Il SEO Copywriting: la rivincita del copy

Chi, come me, ha iniziato a fare il copy circa 10 anni anni fa sa cosa vuol dire tenere un profilo basso. Il copywriter non era più il pubblicitario per definizione, come qualche decennio prima.

Chi, come me, ha iniziato a fare il copy in area digital si è rassegnato subito a tenere un profilo molto, ma molto più basso. Il web era il fratello povero dell’advertising classico, che sembra richiedere meno creatività e che riserva sicuramente meno gloria.

A me è sempre piaciuto tenere un profilo basso, quindi in questi anni non ho fatto fatica e sono stata nel mio angolino a curiosare, studiare, osservare e lavorare.

CalvinHobbes_writingEppure la fortuna gira, persino per i copy. Anzi non si tratta di fortuna, ma di un percorso che porta esattamente qui, dove le aziende hanno capito che investire sui media digitali significa non limitarsi a far calare dall’alto un messaggio. I clienti sono diventate persone, la pubblicità è diventata relazione. La presenza in rete non si gioca più sulla base di quanti soldi puoi investire per comprare le prime posizioni sui motori di ricerca, ma si conquista con una buona strategia e con un buon copywriter.

Le cose sono cambiate. Ora il copywriter è diventato un SEO copywriter e ha capito che il testo è diventato protagonista. E se qualcuno vi dice che un testo scritto secondo le regole SEO non è un buon testo, non credetegli. Forse chi l’ha scritto non è un buon SEO copywriter. Poi, ovviamente, i gusti sono gusti.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmailby feather

3 commenti

  • Ecco diciamolo, il SEO Copywriter no scrive cose per Google, perché Google é una macchina che aiuta le persone a trovare quello che cercano. Quindi Il SEO Copywriter scrive contenuti per le persone!!!!! Capito!!!!!!

    • Tu sì che mi capisci! Giusto oggi leggevo il post polemico di una persona impegnata a sostenere che il SEO copywriter non esiste, perché non ha senso scrivere per Google. E chi l’hai mai detto? Il contenuto deve interessare le persone, la forma deve risultare comprensibile e piacevole per le persone, ma qualche accorgimento SEO deve fare in modo che le persone trovino più facilmente l’informazione. Che ne dici di questa ricetta, cocinera?

  • Brava Nana Ros, questa ricetta mi piace!!!!
    Sapessi quante volte mi dicono, ah però se è solo per Google!!! Ormai é finita l’epoca di solo per Google, la qualità dei contenuti è diventata uno degli aspetti più importanti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *